In evidenza

Prevenire l'insorgenza di un ictus? Le nuove linee guida della American Heart Associat...
Sappiamo tutti quanto sia difficile dire di no al cibo spazzatura. Cibi fritti, patatine,...

I trigliceridi si trovano tipicamente in forma di olio, burro ed altri alimenti ad alto contenuto di grassi. Se siete soggetti a rischio e predisposti a sviluppare gravi condizioni di salute come l'obesità, le malattie cardiache, il cancro o il diabete (per fattori ambientali, genetici o stili di vita scorretti), è indispensabile limitare la quantità di questi grassi nella dieta quotidiana. Adottare un nuovo regime alimentare è il primo passo da seguire per mantenere i trigliceridi ed il colesterolo nella norma. Questo non significa dover rinunciare al gusto o perdere il piacere della tavola. Potrete infatti assaporare i vostri piatti preferiti, o cucinare pasti sfiziosi, mantenendo il contenuto di grassi sotto controllo!

Ecco un esempio. Considerare la pizza un piatto ricco e nemico della linea, ad alto contenuto di grassi, è uno stereotipo, un mito da sfatare. In realtà si tratta di una preparazione molto ben equilibrata, ovviamente se si utilizza la giusta combinazione di ingredienti. La pizza ideale per mantenere i trigliceridi ed il colesterolo nella norma? Una base di grano intero invece che di farina bianca, sugo di pomodoro che non contiene zuccheri aggiunti, uno strato di formaggio , preferibilmente a basso contenuto di grassi, peperoni e verdure grigliate o, meglio ancora, verdure fresche come spinaci, peperoni verdi, cipolla, e funghi. Se volete rendere la vostra pizza più ricca, potete provarla con l’aggiunta di pollo alla griglia e prosciutto, le carni a minor contenuto di grassi. Per completare il pasto, abbinate una insalata fresca e colorata con lattuga romana, pomodori, carote e ravanelli, con una spolverata leggera di parmigiano e una spruzzata di aceto di vino rosso.
Ricetta light gustosa - Pure patate con bistecca magraAnche un pasto cucinato in casa può essere sano e saporito.
Una semplice bistecca con purè di patate, sempre gradita, può essere inserita in una dieta anti trigliceridi. Invece di un taglio ad alto contenuto di grassi, scegliete una varietà di carne magra, in modo da ridurre significativamente il contenuto di trigliceridi del vostro pasto. Inoltre, anziché preparare tradizionali purè di patate con burro e latte intero, suggeriamo di schiacciare le patate, precedentemente bollite e pelate, ed amalgamarle con brodo di pollo e panna acida senza grassi. Avete così creato una versione light, senza rinunciare al gusto! Non dimenticate di includere un ortaggio ricco di nutrienti (i broccoli al vapore o gli asparagi lessati) come contorno ideale. Per dare più sapore alle verdure, utilizzate erbe aromatiche, possibilmente fresche, pepe nero e un filo di olio extravergine di oliva al posto del burro e del sale.


Ecco alcune combinazioni alimentari ideali per preparare ricette light ma particolarmente gustose:

Salmone e asparagi
Il salmone è una fonte essenziale – la principale - di acidi grassi omega- 3, i cui effetti positivi sul colesterolo HDL (buono) sono ormai noti e dimostrati. Il corpo non può produrre questi grassi sani, quindi è essenziale includerli nella dieta. Gli asparagi sono ottimi cardiotonici, diuretici e antiinfiammatori.

Orzo con pomodoro
L'orzo è ricco di fibra solubile, che inibisce l’assorbimento nel sangue del colesterolo presente negli alimenti. Il pomodoro, tipico della cucina mediterranea, è ricco di componenti nutrizionali essenziali, e possiede proprietà salutari benefiche fondamentali per il benessere del nostro organismo.

Mela e mirtilli
Alcuni studi avrebbero dimostrato che gli antiossidanti presenti nei mirtilli rossi contribuiscono ad abbassare il colesterolo LDL (cattivo), aumentando contestualmente il colesterolo HDL (buono). Si consiglia di utilizzare mirtilli freschi, da aggiungere ai cereali allo yogurt magro o ai cereali.

Pasta all’olio di oliva
I grassi monoinsaturi contenuti nell’olio d'oliva possono contribuire a ridurre il colesterolo nel sangue. Inoltre, alcuni antiossidanti presenti nell’olio extra vergine di oliva possono aumentare l’HDL (buono) e ridurre i valori trigliceridi. Cuocete questo semplice piatto di pasta utilizzando ¼ di tazza di olio extra vergine di oliva

Peperoni e riso integrale
I cereali integrali, come il riso, contribuiscono a ridurre i trigliceridi. Inoltre, se si consumano riso, pane, pasta, panini, a base di farina 100% integrale al posto di farina raffinata, si possono abbassare sensibilmente i valori del colesterolo, riducendo il rischio di sviluppare malattie cardiache.

Cioccolato fondente e mele
Ricco di flavonoidi, il cioccolato fondente è incluso in una dieta sana in quanto agisce sul colesterolo LDL (cattivo) e migliora la pressione sanguigna. Fate però attenzione a non eccedere, dal momento che il cioccolato non è altrettanto salutare in termini di apporto calorico e contenuto grassi. Le mele sono ricche di polifenoli. Una mela al giorno per 4 settimane, consentirebbe di ridurre del 40% i livelli di colesterolo cattivo.

Pere e noci
Le pere sono ricche di flavonoidi vegetali e consumarle con la loro pelle garantisce un'eccellente apporto di fibra solubile, indispensabile per contribuire a ridurre il colesterolo. Le noci sono benefiche per la salute grazie ad un mix “bioattivo2 di essenziali nutrienti. Sono inoltre un’ottima fonte di vitamina E e di acidi grassi Omega-3.


Gli altri utenti hanno letto anche:

Pubblicato il 02 Gennaio 2014 - © Vietata qualsiasi copia non autorizzata
Ti piace questa pagina?