In evidenza

Prevenire l'insorgenza di un ictus? Le nuove linee guida della American Heart Associat...
Sappiamo tutti quanto sia difficile dire di no al cibo spazzatura. Cibi fritti, patatine,...

Russel Morgan prima di perdere pesoRussell Morgan cambiando modo di mangiare e con uno stile di vita più attivo ha ridotto il suo peso di 27 chili, con abitudini sane e che si possono mantenere per tutta la vita. È possibile, anche tu puoi farlo!

Nell'arco di un periodo di otto mesi, l'esperto di sanità pubblica Morgan Russell, 66 anni, di Chevy Chase (Maryland), alto 1m e 75cm, ha perso 27 chili passando da 113 a 86 chili. Ecco l'intervista rilasciata alla rivista NIH MedlinePlus in cui spiega come abbia fatto e ciò che fa ora per mantenere il suo peso. [L'NIH è l'istituto nazionale per la salute negli USA, analogo al nostro ISS]


Che cosa l'ha spinta a perdere peso?

Russell Morgan: Una sera a cena con gli amici, ho improvvisamente notato i miei pantaloni erano troppo stretti. E io ero sudato e non potevo godere del cibo. Il mio corpo mi stava inviando un messaggio: liberarsi del peso. E' stato un momento di trasformazione.


Come si è sentito?

Russell Morgan: Finalmente mi ero deciso a cambiare. Quella è stata la chiave. Nulla ti fa perdere peso se non lo desideri davvero. Al di là della volontà, però, devi avere del tempo a disposizione. La maggior parte delle persone non lo ha.


Sei stato seguito nella tua perdita di peso? *

Russell Morgan: Sì, su consiglio del mio medico, sono entrato in una clinica di gestione del peso in una facoltà di medicina locale. Era presente consulenza medica e di supporto un gruppo terapia gestito da psicologi e psichiatri volto ad aiutare a capire i fattori comportamentali che influenzano l'obesità e le abitudini alimentari delle persone. Ho iniziato con una dieta ipocalorica con proteine liquide [non assumeva solo quello, n.d.t], pesandomi ogni giorno, e tenendo un diario di tutto quello che mangiavo. Ho cominciato a fare esercizio fisico regolarmente, partendo con delle camminate con la famiglia e gli amici. Mentre mi avvicinavo al peso prefissato, guidato dal dietista della clinica, ho iniziato la transizione per tornate ad una alimentazione normale. Con la perdita di peso il mio medico curante mi ha anche potuto togliere la medicina per l'alta pressione che dovevo prendere da anni.

Sei stato contento dei tuoi progressi?

Russell Morgan: Si, come scienziato, ho avuto fiducia nel sistema ed è stato utile per imparare che cosa aspettarsi. Volevo capire la biologia e le ragioni psicologiche alla base della mia obesità. Compredere se stessi è una fattore molto importante per il controllo del peso corporeo.

E la tua famiglia?

Russell Morgan: Li si vuole "dalla propria parte", naturalmente. Erano molto di sostegno, ma scettici. Poi erano sorpresi quando sono diventato così determinato a voler perdere peso; segnare il peso perso ogni volta divenne di per sé uno stimolo. La cosa migliore di tutte fu riuscire a smettere di russare; mia moglie non poteva essere più felice!

Qual è il tuo consiglio riguardo l'obesità?

Russell Morgan: L'obesità è una malattia cronica, ma è una malattia per cui si può fare qualcosa. Perdere peso è facile. Mantenere la nuova linea è difficile. Auto-consapevolezza e disciplina sono fondamentali. Ma la ricompensa è stupenda. Ognuno nota la differenza e questo ti rende molto orgoglioso di quello che hai compiuto.


Altri utenti hanno letto anche:

Tratto dall'intervista di Klose Christopher pubblicata su: NIH MedlinePlus the Magazine (Summer 2009 - pag: 24-25)

*Traduzione non letterale di "Did you follow a process?"


Pubblicato il 08 Dicembre 2010 - © Vietata qualsiasi copia non autorizzata
Ti piace questa pagina?