In evidenza

Sappiamo tutti quanto sia difficile dire di no al cibo spazzatura. Cibi fritti, patatine...
I trigliceridi si trovano tipicamente in forma di olio, burro ed altri alimenti ad alto...

Che cos'è la dieta alcalina?

La dieta alcalina è una dieta messa a punto dal dottor Robert Young basata sulla teoria che alcuni alimenti una volta metabolizzati rilascino nell'organismo residui alcalini.
La dieta alcalina prevede quindi l'assunzione di questi cibi alcalini (basici).


La teoria alla base della dieta alcalina

Non è tanto importante però l'acidità o la basicità iniziale del cibo, quanto lo è invece il suo pH (acido o basico) una volta che l'alimento è stato metabolizzato.
Secondo Robert Young il nostro corpo brucia gli alimenti in maniera simile ad una vera e propria combustione e perciò per valutare il tipo di cibo viene misurato il pH delle ceneri in soluzione acquosa.
Il nostro pH corporeo deve essere sempre in omeostasi (equilibrio acido-base), la dieta alcalina (o alcalinizzante) considera il pH del sangue in particolare, che deve rimanere leggermente alcalino (il pH ematico deve essere compreso tra 7,35 e 7,45).

Foto pasta - cibo alcalinoLa dieta parte dal presupposto che un consumo eccessivo di cibi acidi alteri questo equilibrio del pH corporeo, costringendo i sistemi di omeostasi del pH ad intervenire, e che questo possa portare ad alcuni problemi di salute.
I promotori sostengono che la dieta alcalina può prevenire il cancro, la fatica, l'obesità e allergie, tuttavia vi è ben poco a sostegno di tali affermazioni al di là di alcune prove che suggeriscono che una dieta alcalina potrebbe aiutare per la salute delle ossa.


Cosa bisognerebbe mangiare?

Secondo la dieta alcalina bisognerebbe mangiare principalmente verdure crude, frutti a basso contenuto di zuccheri, legumi, cereali, tuberi e alcuni semi, mandorle e noci in primis.
Sarebbe invece da ridurre il consumo di tutti i cibi che una volta digeriti determinano acidità quali zucchero e alcool, carne, pesce e crostacei, funghi, dolci, caffè e thé e tutte le bibite gassate.
In questo modo il pH sanguigno dovrebbe essere già grazie all'alimentazione intorno al pH 7,4 senza bisogno di interventi di regolazione da parte del nostro corpo.



Controversie

Innanzitutto l'ideatore della dieta alcalina, Robert Young, è stato oggetto di esame da parte del consiglio nazionale statunitense contro le frodi sulla salute.
Qui di seguito quello che afferma l'NCAHF (National Council Against Health Fraud):

Il "Dr." Robert O. Young manca di legittimazione in quanto è emerso che non ha una laurea presa in una scuola accreditata. Le credenziali di Young sono "M.S. Nutrition" (1993); "D.Sc. Science" (1995); "Ph.D., Nutrition" (1997); and "N.D. (Naturopathic Doctor)" (1999), ma tutte sono state rilasciate dall'American Holistic College of Nutrition in Birmingham Alabama, che è una scuola per corrispondenza non accreditata.

Young sostiene che la salute dipenda in primo luogo dal giusto equilibrio tra un ambiente acido e alcalino che può essere ottimizzato mangiando determinati alimenti. Queste affermazioni sono false . [Mirkin G. Acid/Alkaline Theory of Disease Is Nonsense. Quackwatch, Feb 6, 2003]
Il suo sito web afferma che "è stato ampiamente riconosciuto come uno dei ricercatori più importanti al mondo", e il suo libro afferma che "ha ottenuto il riconoscimento nazionale per le sue ricerche sul diabete, il cancro, la leucemia e AIDS.", tuttavia, l'NCAHF non è riuscito a trovare alcun articolo scritto da lui che sia stato pubblicati in una rivista scientifica riconosciuta.

Molto critica per quanto riguarda l'aspetto legato ai tumori anche Stephanie Vangsness (senior clinical nutritionist al Dana-Farber Cancer Institute and Brigham and Women's Hospital)
Sul sito InteliHealth.com infatti è pubblicato il suo articolo Dieta alcalina e cancro: realtà o finzione? (in inglese) in cui risponde a queste domande:
  • Si può rendere il pH più alcalino?
  • Può la dieta cambiare l'equilibrio del pH del corpo?
  • Il pH delle urine e quello della saliva sono un buon modo per misurare il pH del sangue?
  • Può la dieta alcalina essere dannosa?
Vi lascio immaginare le risposte...
Tutte no a parte quella in cui ci si chiede se può essere dannosa tale dieta e la risposta affermativa in tal caso è dovuta al fatto che la dieta alcalina è una dieta restrittiva, che nega certi alimenti.
Per quanto riguarda invece l'altra domanda, se il pH alcalino può "uccidere" cellule tumorali, la risposta è chiara: non vi sono studi condotti sull'uomo, ma solo studi effettuati in laboratorio in vitro che mostrano che alcune cellule tumorali crescono meglio in ambiente acido, ma non si può assumere che quanto accade in vitro possa valere nell'uomo!

Tuberi, legumi e insalata

Uno studio mostra invece come incrementando il contenuto alcalino della dieta con bicarbonato di potassio possa avere effetti positivi, tuttavia lo studio promuove un maggior consumo di frutta e verdura (che sono metabolizzati in carbonati), ma non l'esclusione degli altri alimenti.

Il miglior modo per dimagrire rimane sempre una dieta ipocalorica equilibrata associata ad uno stile di vita attivo...


Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Pubblicato il 19 Settembre 2010 - © Vietata qualsiasi copia non autorizzata
Ti piace questa pagina?


Bibliografia:
- Documento dell'NCAHF (inglese)
- Alkaline Diets and Cancer: Fact or Fiction? (inglese)
- Lo studio sul carbonato di potassio: Dawson-Hughes et al. (2009) Treatment with potassium bicarbonate lowers calcium excretion and bone resorption in older men and women. The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism


Fotografie di Michal Marcol e m_bartosch.