In evidenza

Sappiamo tutti quanto sia difficile dire di no al cibo spazzatura. Cibi fritti, patatine...
I trigliceridi si trovano tipicamente in forma di olio, burro ed altri alimenti ad alto...

Alcune persone riducono o eliminano di proposito l'assunzione di carboidrati per riuscire a perdere peso.
Le diete chetogenetiche, ricche in lipidi e proteine determinano uno spostamento del metabolismo verso la beta-ossidazione degli acidi grassi e la produzione di corpi chetonici (da cui questo tipo di dieta prende il nome).

Il consumo di grassi avviene grazie alla gluconeogenesi che, in carenza carboidrati assunti, provvede (utilizzando acidi grassi e amminoacidi) a mantenere i livelli di glucosio nel sangue (glicemia) relativamente costanti.

Sfortunatamente però per queste persone la rapida perdita di peso che si ha nel seguire una dieta con pochi carboidrati è dovuta principalmente alla perdita di parte delle scorte di glicogeno e alla perdita di acqua.
E' pur vero che seguendo una dieta del genere si ha comunque una certa perdita di grassi ma questo è riscontrabile in qualunque dieta ipocalorica.

La dieta chetogenetica, utilizzata in ambito clinico per ridurre gli attacchi epilettici in alcuni bambini in cui l'approccio farmacologico non è sufficiente, presenta per gli altri soggetti rischi che assurdo prendersi come ad esempio possibile disidratazione, problemi renali, carenza di calcio e vitamine e la gotta.



Bibliografia principale:
Human Physiology: an integrated approach with interactive physiology, 3rd ed. (Silverthorn)



Pubblicato il 29 Agosto 2010 - © Vietata qualsiasi copia non autorizzata
Ti piace questa pagina?