In evidenza

Prevenire l'insorgenza di un ictus? Le nuove linee guida della American Heart Associat...
Sappiamo tutti quanto sia difficile dire di no al cibo spazzatura. Cibi fritti, patatine,...

Dieta dannosa: i bambini che si alimentano abitualmente con i cosiddetti junk food, in italiano 'cibo spazzatura', rischiano di subire danni permanenti alla loro capacità mentale.

Hamburger - alimentazione ricca di grassi Questo è quanto emerge da uno studio condotto dall'Università di Bristol e pubblicato ieri (8 febbraio) dal Daily Mail.

La ricerca ha scoperto che i bambini che mangiano molte patatine, dolci, pizza e altri "cibi spazzatura" prima dei tre anni, a otto anni si ritrovano con un quoziente intellettivo inferiore ai coetanei che nella prima infanzia sono stati nutriti con verdure, frutta e pasti preparati in casa.

Questo è il primo studio che mette direttamente in collegamento l'alimentazione dei bambini con le loro capacità intellettive da adulti. La ricerca inoltre tiene conto di diversi fattori come la "classe sociale", l'avvenuto o meno allattamento al seno, l'accesso dei bambini a giochi e a libri.
Infatti in una ricerca di questo tipo è importante avere dei campioni rappresentativi della stessa popolazione in quanto altrimenti il risultato potrebbe essere falsato da una migliore educazione ricevuta dai figli dei genitori più attenti anche alla loro alimentazione.


5 punti in meno nel QI
Gli studi mostrano un risultato non da poco: un divario di ben cinque punti nei quozienti intellettivi dei bambini che hanno sempre mangiato sano e quelli che invece erano abituati ad alimenti da fast food.


Effetti nocivi irreversibili
Pauline Emmett, la responsabile della ricerca, ha affermato che, anche migliorando la qualità dell'alimentazione, per alcuni bambini potrebbe essere troppo tardi, perché gli effetti nocivi possono essere cronici: "I bambini che mangiano troppi cibi zuccherati o confezionati non hanno abbastanza vitamine, che significa che il loro cervello non può raggiungere il suo livello ottimale."

"Una sana alimentazione nei primi anni di vita è essenziale perché è il periodo in cui il cervello cresce più rapidamente".


Oltre ai danni all'intelligenza dei bambini bisogna inoltre considerare tutti gli effetti negativi che possono avere sulla salute cibi molto ricchi di grassi e zuccheri semplici, sia per quanto riguarda l'obesità che per quanto concerne altre patologie.

Pubblicato il 09 Febbraio 2011 - © Vietata qualsiasi copia non autorizzata
Ti piace questa pagina?