In evidenza

Sappiamo tutti quanto sia difficile dire di no al cibo spazzatura. Cibi fritti, patatine...
I trigliceridi si trovano tipicamente in forma di olio, burro ed altri alimenti ad alto...

E' molto importante quando si decide di mettersi a dieta per dimagrire valutare bene e con obiettività l'effettiva necessità di dimagrire.
Un metodo rapido e obiettivo è quello di valutare la nostra composizione corporea in termini di massa grassa e massa magra.
Fino al 17% di grasso corporeo per gli uomini e al 25% per le donne approssimativamente si può dire che si tratti non di soggetti con una forma da atleta, ma comunque con una discreta forma fisica.
In linea di massima quindi se si risulta entro questi valori e non ci sono altri fattori per cui sia necessario iniziare una dieta dimagrante è meglio pensarci bene prima di iniziare...

Poiché l'aspetto non dipende solo dal grasso in eccesso le ragioni per cui non ci si vede belli potrebbero essere altre e magari basterebbe tonificare un po' di più qualche muscolo o il tutto potrebbe essere dovuto a una eccessiva ritenzione idrica, ecc ecc...

Rivolgendosi ad un professionista comunque, questo valuterà sicuramente se sia il caso o meno di mettersi a dieta e quale sia il vostro peso forma da raggiungere, tuttavia capire eventualmente prima di fare una visita da un dietologo se si ha bisogno o meno di dimagrire farà risparmiare tempo e soldi.

Buoni motivi per mettersi a dieta sono ad esempio la riduzione del rischio per alcune patologie che sarebbe altrimenti aumentato in caso di sovrappeso od obesità (ad esempio problemi articolari, alterazioni della funzionalità cardiaca, ipertensione e altri tipi di disturbi).
Si hanno altri buoni motivi per iniziare una dieta nel caso in cui il grasso di troppo condizioni le attività che si decidono di svolgere o non ci faccia sentire a proprio agio nel nostro corpo.

Qualora non vi siano dei validi motivi è fortemente sconsigliabile iniziare a dimagrire e si va incontro inutilmente a rischi come ad esempio possibili disturbi alimentari quali anoressia o bulimia ( che colpiscono in particolare le ragazze adolescenti, più soggette a questo problema), ma i rischi non si limitano a questo.
Pensate ad esempio ad una persona già magra che vada incontro ad una considerevole perdita di peso...


Leggi anche:


Pubblicato il 22 Agosto 2010 - © Vietata qualsiasi copia non autorizzata
Ti piace questa pagina?